«Punto di non ritorno», il documentario di Leonardo Di Caprio che non può farci alzare le spalle

A Miami i cantieri sono al lavoro perché almeno «per i prossimi 40 anni» la città non finisca più inondata dal mare. In India invece i contadini con i campi allagati dalle troppe piogge non possono far altro che disperarsi. In Groenlandia i ghiacci si sciolgono e a beforethefloodSumatra si bruciano le foreste per seminare le palme da olio. «Before the flood – Punto di non ritorno» è il documentario di Leonardo Di Caprio in streaming gratuito sul sito del National Geographic fino alle 22 di martedì 8 novembre.

È un film con alcune pecche (la maggiore: il protagonismo della star hollywoodiana) ma di sicuro Di Caprio, che ha viaggiato per tutto il globo e ci offre una meravigliosa fotografia, con questo documentario fa del bene al mondo e anche a chi si interessa di tematiche ambientali regala qualche informazione in più.

Il messaggio a mio avviso grandioso del film è che ognuno di noi può cercare di invertire la temperatura terrestre in modo molto semplice: facendo la spesa. Ogni nostro acquisto ha un effetto, sarebbe bene ricordarlo sempre. Se ad esempio chi mangia carne, ne mangiasse una quantità corretta, farebbe bene non solo al proprio organismo, ma al mondo intero. Solo da qui potrebbe iniziare una rivoluzione.

Insomma, guardatevi il documentario e fate girare la voce il più possibile!

Ps Oppure non vi fa rabbrividire il fatto che a Palermo si coltivino le banane come se fossimo all’Equatore? Tanto per dirne una…

Questa voce è stata pubblicata in Attualità e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.